copertina pagina precedente ricerche pagina indietro pagina avanti pagina indietro

1951
olio su tela
cm 150 x 200
Galleria Civica
d’Arte Moderna
Genova

Con grande coerenza Sassu sviluppa negli anni ’40 e ’50 quel progetto di pittura realista che aveva annunciato gi nel 1936, rispondendo alle domande del critico d’arte Lamberto Vitali. Il suo realismo si rivolge, intorno al 1950, alla rappresentazione del lavoro contemporaneo. A questo aspetto della sua pittura riconducibile un’opera come La mattanza, che mostra una scena di pesca del tonno in Sicilia con toni anche drammatici: il rosso, che il rosso del sangue, questa volta non ha un valore simbolico-evocativo ma, principalmente, realistico, legato al tema del lavoro. Oltre alla serie della mattanza, sono riconducibili a questo aspetto della sua ricerca anche i quadri sul porto di Savona o singoli dipinti come il Carrettiere, ora alla Galleria d’Arte Moderna di Suzzara.